• Facebook
  • Twitter
  • Google

© 2018 di Claudio Romeo. Orgogliosamente creato per DodoDada / Arte Postale

14 set 2018

VentiperVenti – San Gennaro Expo

0 commenti

Modificato il: 14 set 2018

Mercoledì 19 settembre ore 19 presso Lineadarte Officina Creativa via S.Paolo 31 Napoli

 

 

Sia l’arte che l’artista non hanno una propria identità, ma la acquisiscono nell’incontro dell’uno con l’altra.” HAROLD ROSENBERG

VENTIPERVENTI San Gennaro ExpoSimposio d’arte e creatività, decima edizione della mostra internazionale del piccolo formato 20×20. Ideata e curata da Gennaro Ippolito e Giovanna Donnarumma, promossa da Lineadarte Officina creativa. Questa edizione così come le altre vuole essere un omaggio alla napolitanetá. Chi più di San Gennaro a incarnare questo messaggio. Sacro, profano, spirituale, apotropaico rituale, propizia benedizione del Santo patrono che in questa edizione accompagnerà l’apertura della nuova sede di Lineadarte isola creativa laboratorio delle libere arti in Via San Paolo a Napoli nel cuore del centro storico. La mostra internazionale del piccolo formato Ventiperventi nasce dall’idea di rilettura in chiave contemporanea di quella che era la tradizione delle “riggiole”, mattonelle maiolicate di scuola napoletana formato 20×20, che, nei secoli passati decoravano le case cittadine da quelle reali a quelle più popolari ed é proprio in questa ultime che si palesavano le soluzioni più creative, visto che si adoperavano gli “scarti” di produzione. Come risultato un collage di bellezza, creatività, unicità e diversità. Da qui quindi la necessità di far dialogare linguaggi diversi, creatività diverse, culture diverse, autori diversi. Ventiperventi é un box metalinguistico della cultura visiva pop del ventunesimo secolo e così resterà negli anni. Tutti in dialogo e al confronto con tutti. Totalità e unicità. Lineadarte cambia casa ma non l’essenza citando l’amico artista Mimmo Di Caterino Lineadarte é: “Altro sistema dell’arte, oltre il sistema dell’arte, dentro il sistema dell’arte”. Un sentito ringraziamento ai circa 2000 artisti che hanno condiviso l’idea del VENTIPERVENTI in questi 10 anni di attività. Grazie

 

Artisti partecipanti

Amendola Leonardo | Araujo Maria Darmeli | Arrigo Alessandro | Balconi Sperandio Jane | Baldassarre Raffaella | Balzano Ciro | Bellarosa Mariano | Belluci Maria | Bergamin Marithê | Bertolino Giuseppe | Bevilacqua Marco | Bifulco Maria | Bocci Rovena | Bogliacino Mariella | Borsetti Venier Alessandra | Bossi Cecilia | Bucci Rossana | Caccavale Alfonso | CapiluppiSilvia | Carotenuto Umberto | Caruso Mara | Cecere Rosaria | Chiesa Alessandra | Chirco Paolo | Cicatelli Sina | Citro Mario | Cobàs ( Carchini ) Mario | Cocchiarella Patrizia Maria | ComesLilliana | Cudin Gianni | Cuozzo Filomena | | D’Angelo Michele | D’Antonio Antonio | Damasceno Ferreira Maria Julieta | De Luca Valentina | De Pasquale Concetta | De vivoBarbara | De Vivo Micaela | Dealessi Albina | Del Giudice Claudia | Della volpe Giuseppe | Di LauroAnna | Di Martino Maurizio | Di Pede Franco | Donnarumma Elvira | DonnarummaGiovanna | Donnarumma Simona | Emily Joe | Errichiello Antonio | Esposito Maurizio | Esposito Rita |Fabbri Ferruccio | Famiglietti Grazia | Fidentea Piera | Filardi Giuseppe | Fogliato LimaTherezinha | Galdiero Daniele | Genovese Vera | Greco Isabella | Gutierrez Luiza Germany de Paula | Ianuario Margherita | Iuliucci Silvia | Ippolito Gennaro | Izzo Roberto | JandoloBenedetta | Judith Mesner | Lambitelli Paola | Lamberti Paola | Leite KronbauerJussara | Leone Maria | Liccardo Stefania | Liuzzi Maria Grazia | Liuzzi Oronzo | Lo Russo Cinzia | Luzzatto Tania | Maggi Ruggero | Maha Magy | Maione Giuseppe | Maisto Alessandra | Manganiello Claudia Tonia | Manna Maria | Marasca Soccol Ermínia | Mascia Maria | MatroneFrancesco | Mattei Guglielmo | Mazzella Camilla | Medda Maria Grazia | MercoglianoAnna Maria | Mestria Francesco | Michelotti Monica | Miele Assunta (Titty) | Monaco Iole Stefania | Montà Fernando | Montella Vincenzo | Naddeo Maria Federica | Napoli Doriana | Olmeda Melita | Paoli Linda | Pennati Cristina | Petrucci Pasquale | Pietradura Michelangelo | PignalosaVanessa | Pisacane Fernando | Polcaro Valeria | Ponticiello Ermelinda | PresottoNadia | Presotto Vera | Prota Giurleo Antonella | Quintini Rosella | Romanin Sabina | RomanoMario | Romeo Claudio | Romualdo Luciano | Ruggiero Giovanni | Ruoppolo Luciana | Sansone Gino (Luigi) | Santi Fabio | Sassanelli Antonella | Saviano Agostino | Scala Roberto | Sirlei Caetano | Spagnuolo Lucia| Springborn Radina | Storto Ivana | Toniolo Kuhn Maria do Carmo | Tornaghi Micaela | Traettino Marisa | Vaccaro Manuela | Vallini Diana Isa | VassettiSandra | Vianello Claudia | Villani Paolo | Vitiello Raffaella | Vitolo Marina | Volpe Stefano |

 

La mostra è visitabile dal lunedì al venerdì dalle ore 17 alle ore 20

 

Lineadarte Officina Creativa

19/09 al 8/10 2018  

orario: lun-ven 17:00 | 20:00

tel. cell. 3275849181- 3342839785

(possono variare, verificare sempre via telefono)

biglietti: ingresso libero

vernissage: mercoledì 19 settembre 2018. h 19.00

curatori: Giovanna Donnarumma | Gennaro Ippolito

infoline: www.lineadarte-officinacreativa.orgwww.ventiperventi.org lineadarte@gmail.com

 

 

I post più recenti
  • Cari Amici networker, nessuno di voi ha mai pensato di aprire un canale su youtube dedicato alla Mail Art?... neanche il nostro Grande Claudio?... io non sono abbastanza esperto... un mailartistico abbraccio... poetamailartfluxus
  • Pavilion Lautania Virtual Valley / Spazio Ophen Virtual Art Museum Tre proposte internazionali indipendenti con un testo di Sandro Bongiani presentate in contemporanea con la 58th Biennale Internazionale d’Arte di Venezia 2019 e in occasione del decennale dello Spazio Ophen Virtual Art Gallery. Inaugurazione lunedì 25 agosto 2019 ore 18:30 from 25 august to 21 november 2019 Domenica 25 agosto alle ore 18.30 lo Spazio Ophen Virtual Art Museum è lieta di inaugurare IDENTITY OF ARTIST / Marginal Active Resistances Two, tre personali dedicate a tre artisti di confine “marginal attivi” presentati negli spazi del Pavilion Lautania in contemporanea con la 58th Biennale Internazionale d’Arte di Venezia 2019. Le rispettive mostre sono accompagnate da un testo critico di Sandro Bongiani e sono visitabili fino al 21 novembre 2019. Lo Spazio Ophen Virtual Art Gallery in occasione della 58° Biennale di Venezia 2019, intende dedicare l’attenzione come evento indipendente e collaterale presso il “Pavilion Lautania Virtual Valley” a Carl T. Chew, RCBz e Reid Wood, tre artisti americani nati nel 1948 che riassumono compiutamente il lavoro di una ricerca marginal-attiva ch’è iniziata con Shozo Shimamoto, G. Achille Cavellini, e poi proseguita con altri diversi artisti, tra cui Ryosuke Cohen, Carl T. Chew, RCBz e Reid Wood. In linea con il tema generale “May You Live In Interesting Times” della 58th Biennale Internazionale d’Arte di Venezia 2019 che indaga sugli aspetti precari della nostra esistenza attuale, con una lettura della realtà osservata da più punti di vista, fra modi diversi di interpretare il mondo. Per questo secondo evento internazionale vengono presentati 24 opere ciascuno dei tre artisti americani, in tre sale personali diverse con la carica metafisica e la condizione visionaria delle cose raccontata da Carl T. Chew, dal mistero dell’oggetto ansioso, dal mondo insostanziale e dai luoghi inoggettivi diventati “non luoghi” di Reid Wood, oppure, dall’intervento spesso dissacratorio e poetico tra fantasia, realtà e storia dell’arte dell’artista RCBz. Sono particolari riflessioni che gli artisti fanno oggi in questo anestetizzato contesto sociale carico di grande incertezza e disumanità in cui si confezionano spesso ingiustizie che certificano il disprezzo assoluto per la condizione umana. Sia Carl T. Chew che RCBz e Reid Wood lavorano utilizzando la fotografia e la stampa digitale approdando al teatro dell’essenza e dell'eterotopia trascorrente, tra spazio esteriore e spazio mentale divenuto accadimento e essenza poetica del “non-luogo.” Le opere ancora poco conosciute al grande pubblico dei tre artisti nascono dal bisogno di collocarsi al di là di un confine, in un’area di ricerca “marginale” capace di definire e porsi in forma alternativa alle ricerche ripetitive prodotte dal sistema ufficiale dell’arte. Un’invenzione giocata a tutto campo su “universi possibili”, intesa come il luogo privilegiato per rilevare nuove ipotesi di lavoro che nella dimensione creativa e mentale suggeriscono nuove possibilità di ricerca, tra la libertà della creazione e la globalità intelligente del fare arte. Permane in loro la proposta convincente di una ricerca volutamente di confine in un particolare campo di azione svolto tra fotografia e rappresentazione poetica, come spartiacque al modo omologato e spesso monotono proposto dal sistema istituzionale dell’arte. Si ringrazia l’Archivio Carl T. Chew di Seattle, L’Archivio RCBz del Minnesota, l’Archivio Reid Wood di Oberlin, (Usa) e la Collezione Bongiani Art Museum di Salerno (Italy) per aver permesso la realizzazione di questo secondo importante appuntamento internazionale. Pavilion Lautania / Spazio Ophen Virtual Art Museum IDENTITY OF ARTIST / Marginal Active Resistances Two Carl T. Chew - RCBz – Reid Wood Via S. Calenda, 105/D – Salerno (Italy). Tel/Fax 089 56 48 159 e-mail: bongianimuseum@gmail.com Web Gallery: http://www.collezionebongianiartmuseum.it Orario continuato tutti i giorni dalle 00.00 alle 24.00 BIOGRAFIA / CARL T. CHEW Born: 1948, Urbana (IL), lives in Seattle, Washington (Usa) World's Most Famous Unknown Artist! Employment History 2010 Artist again, 2006 – 2010 Seattle Public Schools Middle School science teacher, 2004 – 2005 Self-employed visual artist, http://www.ctchew.com , 2004 – 2005 Seattle Public Schools substitute teacher, 2001 – 2004 Seattle Public Schools 4-5 teacher, Graham Hill Elementary School, 2000 – 2001 Seattle Public Schools substitute teacher, 1985 – 2000 Founded and directed The Contemporary Carpet Center, Kathmandu, Nepal, 1989 – 1990 Public Schools/Public Art, Washington State Arts Commission, 1988 Artists Unlimited, Artist in Residence, Edmonds Community College, Edmonds, WA, 1984 – 1986 State of Washington Dept. of Transportation, City of Seattle, I-90 Design Team, 1976 – 1999 Self-employed as a visual artist and musician. Selected One Person Exhibitions 1994, Mia Gallery, Seattle, WA, January, 1991,"Too Live Chew", Mia Gallery, Seattle, WA, January, 1990, "C.T. 'C'elects", Cheney Cowles Museum, Spokane, WA, September-October, 1988, "Documents Northwest", Seattle Art Museum, Seattle, WA, March 3-April 24, 1983, "Le Extinction des Artes", Whatcom Museum of History and Art, Bellingham, WA, 1980, "Medieval Massage Parlor", Davidson Galleries, Seattle, WA, September, 1979, "Prehistoric Post Office", Davidson Galleries, Seattle, WA, September, 1978, "Stamps", The Brooklyn Museum, Brooklyn, NY, May, 1977, "Video Dig", and/or, Seattle, WA. Several works are permanently present in the Bongiani Art Museum Collection of Salerno (Italy). BIOGRAFIA / RCBz Born: 1948, Minnesota (Usa), perhaps? “Born in the east of the East River due to the murmuring anxiety of the decennial celebrations of victory, immersed in commercially financed electromagnetic mythologies, bound by a beneficent indifference to flit, flail and fritter through the ancestral Alexandrian parchments, I am not an artist; I am not a scholar; They are a faint moody impulse that goes around the intellectual float ". RCBZ is "in it but not of it". The situation is becoming a story that is passing into the realm of the Yeti. We have shown that everyone exists, but sightings are less and less frequent. RCBz has always lived in anonymity, it is a sort of mysterious Banksy of international postal art. Certainly much more creative than the Billboard advertising and commercial poster. We know very little about this artist and there is still no trace of biography that can reveal something more to us. We only know that he lives in Minnesota (USA). Friends, who knows something let us know !!! Currently there is no personal site where you can see his works. Some recent works of recent years are present only on: http://www.collezionebongianiartmuseum.it/sala.php?id=73 and in this personal exhibition. Several works are permanently present in the Bongiani Art Museum Collection of Salerno (Italy). BIOGRAFIA / REID WOOD Born: 1948, North Carolina (USA), lives in Oberlin, Ohio (Usa). Reid Wood was born in 1948 in North Carolina (USA). He holds BA and MA degrees in studio art from Oberlin College. He works in a variety of media, including drawing, printmaking, collage, artists books, mail art, digital imaging, and performance art. He has exhibited his work both nationally and internationally in more than 145 venues since 1975. Examples of his work can be found in a number of public and private collections and archives, including MoMA (Franklin Furnace Archive), The Sackner Archive, The Avant Writing Collection (Ohio State University), Archives of American Art (John Held, Jr. Papers), The National Institute of Design (Ahmedabad, India), Lalit Kala Akademi (New Delhi, India), The National Postal Museum of Canada, The Emily Harvey Foundation (Venice), the King St. Stephen Museum of Hungary, Museo Minimo (Naples), and The National Museum El Reina Sofia, Madrid (Sztuka Fabryka Archive). Several works are permanently present in the Bongiani Art Museum Collection of Salerno (Italy). Some recent works of recent years are present only on: http://www.collezionebongianiartmuseum.it/sala.php?id=80 , Several works are permanently present in the Bongiani Art Museum Collection of Salerno
  • nuovo lavoro con la mailartista Grethe Bjørnhaug http://brunocassagliaspaces.blogspot.com/